Storia reggina

BELLEZZE DI REGGIO: LA STATUA ALL’UNITA’ D’ITALIA

BELLEZZE DI REGGIO: LA STATUA ALL’UNITA’ D’ITALIA

 Il monumento all’Unità d’Italia sorge al centro Piazza Vittorio Emanuele II al centro di Reggio Calabria. Per la presenza di tale monumento la piazza è usualmente conosciuta come Piazza Italia. Il manufatto, posto a ricordo dei martiri del 2 settembre 1847 caduti insieme a molti altri che si ribellarono ai Borboni, è costituito da una statua(…)

Leggi di più

LE PIAZZE DI REGGIO: PIAZZA VITTORIO EMANUELE II

LE PIAZZE DI REGGIO: PIAZZA VITTORIO EMANUELE II

 Piazza Vittorio Emanuele II o come conosciuta dai reggini Piazza Italia lega la sua storia alle vicende di Reggio perlomeno quelle degli ultimi 5 secoli. E’ la piazza più importante di Reggio Calabria, il cuore politico-amministrativo del territorio reggino. Ha una pianta di forma quadrata, con il lato sud orientale che apre sul Corso Garibaldi e su di essa si affacciano(…)

Leggi di più

I BORGHI REGGINI: ARMO, UN PO’ DI STORIA

I BORGHI REGGINI: ARMO, UN PO’ DI STORIA

 Armo è una frazione del comune di Reggio Calabria abitata da circa 250 anime arroccata nell’entroterra collinare della zona sud della città a ridosso del monte San Demetrio ad un’altitudine di circa 350 m s..l.m. Nell’antico dialetto calabrese, la parola “armo” significa “rupe” o “sperone“. È un borgo di antica fondazione con alle spalle una lunga(…)

Leggi di più

I QUARTIERI DI REGGIO: SANTA CATERINA, UN PO’ DI STORIA

I QUARTIERI DI REGGIO: SANTA CATERINA, UN PO’ DI STORIA

 Santa Caterina è uno dei quartieri residenziali e tra i più popolosi del Comune di Reggio Calabria. Situato nella parte nord della città, confina con i quartieri di Pentimele, Vito e San Brunello. Prende il nome dalla Chiesa parrocchiale di Santa Caterina d’Alessandria il cui culto si diffuse in tutto il bacino del Mediterraneo fin dai primi(…)

Leggi di più

REGGIO: DA DOVE DERIVA IL NOME DEL QUARTIERE “CICCARELLO”?

REGGIO: DA DOVE DERIVA IL NOME DEL QUARTIERE “CICCARELLO”?

 L’origine del toponimo Ciccarello risale probabilmente al 18° secolo. A quel tempo vi era una via lunga poco meno di un chilometro e larga 2 metri e mezzo che dalla strada di San Giorgio portava alla sponda destra del torrente Sant’Agata. Questa strada passava dinanzi al mulino di un tale Francesco conosciuto da tutti con il diminutivo(…)

Leggi di più

LA CALABRIA: CENNI STORICI

LA CALABRIA: CENNI STORICI

 La presenza dell’uomo in Calabria fin dai primordi è provata da numerose testimonianze. Un primo documenti del periodo neandertaliano (300.000-600.00 anni fa) lo incontriamo a Scalea, in provincia di Cosenza, nella grotta di Torre Talao, dove sono state ritrovate abbondanti schegge di selce e fauna fossile. Un’altra testimonianza che vale la pena ricordare, di notevole(…)

Leggi di più

LE CHIESE REGGINE: CHIESA DELLA MADONNA DEI POVERI

LE CHIESE REGGINE: CHIESA DELLA MADONNA DEI POVERI

 La chiesa della Madonna dei Poveri, comunemente conosciuta come a Krèsiê Pipi nel quartiere Trabocchetto, è il più antico edificio cristiano esistente nella città di Reggio Calabria. Originariamente il luogo di culto, dedicato al Santissimo Salvatore, fu edificato probabilmente nel corso del X secolo. Fu una parrocchia succursale della Cattolica dei Greci allora unica del centro cittadino ed(…)

Leggi di più

L’ARRESTO DEL BRIGANTE MUSOLINO DAL DIARIO DEL CARABINIERE AMERIGO  FELIZIANI

L’ARRESTO DEL BRIGANTE MUSOLINO DAL DIARIO DEL CARABINIERE AMERIGO FELIZIANI

 Amerigo Feliziani nasce il 2 luglio 1877 nella frazione di Collelungo del Comune di Baschi (Terni). Da sempre animato dal desiderio di entrare nell’Arma dei Regi Carabinieri, riesce a realizzarlo nel 1898. In servizio ad Acqualagna (Pesaro-Urbino), Feliziani ha l’occasione di compiere una mirabile operazione di servizio che si conclude con l’arresto del brigante calabrese Giuseppe Musolino, che(…)

Leggi di più

STORIA E CURIOSITA’ DELLO STADIO ORESTE GRANILLO DI REGGIO CALABRIA

STORIA E CURIOSITA’ DELLO STADIO ORESTE GRANILLO DI REGGIO CALABRIA

 Il primo stadio per capienza della Calabria è l’Oreste Granillo ubicato tra la Piazza della Pace e la via Galileo Galilei nella zona sud del centro cittadino di Reggio Calabria. Di proprietà del Comune, ha la struttura suddivisa in quattro tribune (nord ,sud, est e ovest) di cui una coperta (Ovest). Le gradinate hanno una(…)

Leggi di più

STORIA DI REGGIO: LA RIUNIFICAZIONE DEL MERIDIONE: IL REGNO DELLE DUE SICILIE E IL SISTEMA MONETARIO

STORIA DI REGGIO: LA RIUNIFICAZIONE DEL MERIDIONE: IL REGNO DELLE DUE SICILIE E IL SISTEMA MONETARIO

 Prima di designare come proprio erede al trono di Napoli Renato, la regina Giovanna II aveva chiesto aiuto contro Luigi III, nel 1420, ad Alfonso d’Aragona. Alfonso fu poi allontanato quando la regina si riavvicinò a Luigi III e nuovamente reintegrato come erede nel 1433. Nel 1435, alla morte della sovrana, Alfonso cercò di impadronirsi(…)

Leggi di più

LA PRIMA MONETA REGGINA

LA PRIMA MONETA REGGINA

 La prima emissione monetale di Rhegion, testimoniata da pochi esemplari di cui uno solo assolutamente certo, si data intorno al 510 a.C. Si tratta di dracme d’argento incuse di peso calcidese (lo standard oscilla, a quell’epoca, tra 5,6 e 5,8 gr), che presentano come tipo un toro a volto umano inginocchiato, con in alto una(…)

Leggi di più

AEROPORTO DI REGGIO CALABRIA: UN PO’ DI STORIA

AEROPORTO DI REGGIO CALABRIA: UN PO’ DI STORIA

 L’Aeroporto di Reggio Calabria (o Aeroporto dello Stretto), è intitolato all’aviatore di Placanica, eroe della Regia Aeronautica, Tito Minniti, trucidato durante la guerra d’Etiopia. E’ il secondo aeroporto della regione per numero di passeggeri dopo Lamezia Terme ed è stato il primo costruito in Calabria. La sua prima pista fu completata nel 1939 ed aveva finalità militari(…)

Leggi di più

STORIA DI REGGIO: ENRICO VI

STORIA DI REGGIO: ENRICO VI

 Il regno normanno, nato come “anomalia”, rimase tale per tutta la sua durata. Pur essendo teoricamente un feudo del papa di Roma, il regno di Sicilia riuscì a mantenersi autonomo rispetto alla politica papale. Il suo sistema monetale si poneva come un mondo a parte rispetto al resto d’Europa e del Mediterraneo, punto d’incontro tra(…)

Leggi di più

STORIA DI REGGIO: COSTANTE II A REGGIO E LA COSTITUZIONE DEL THEMA DI CALABRIA

STORIA DI REGGIO: COSTANTE II A REGGIO E LA COSTITUZIONE DEL THEMA DI CALABRIA

 L’invasione longobarda si era manifestata durante il regno di Giustino II, e sotto Maurizio Tiberio era giudicata ormai irreparabile. Anche il brillante e fattivo governo dell’imperatore Eraclio non aveva dato risultati apprezzabili, e la situazione si aggravò ulteriormente sotto il suo successore Costante II nel VII secolo. Eraclio aveva dovuto tenacemente e vittoriosamente combattere contro(…)

Leggi di più

STORIA REGGINA: FEDERICO II E REGGIO

STORIA REGGINA: FEDERICO II E REGGIO

 Raggiunta la maggiore età, Federico II riuscì non solo a mantenere ed ampliare il Regno di Sicilia, ma anche a realizzare il peggiore incubo dei papi di Roma: l’impero franco a nord ed a sud dello Stato pontificio. Con Federico II, nonostante l’importanza del mantenimento di alcune tradizioni normanne, come il bilinguismo greco-arabo della corte(…)

Leggi di più

STORIA DI REGGIO: LA CANZONE D’ASPROMONTE

STORIA DI REGGIO: LA CANZONE D’ASPROMONTE

 Nel 1189 quando Tancredi era re normanno di Sicilia, arrivarono nello Stretto le navi della III crociata, guidata dal re d’InghilterraRiccardo Cuor di Leone e dal re di Francia Filippo II. Il passaggio di una crociata era considerata una vera e propria disgrazia dalle popolazioni che ne venivano coinvolte. Violenze e brutalità da parte dei(…)

Leggi di più

STORIA DI REGGIO: I PROFUGHI SICILIANI

STORIA DI REGGIO: I PROFUGHI SICILIANI

 La pulizia etnica portata  avanti dai Saraceni in Sicilia – al fine di trovare le terre centinaia di migliaia di coloni berberi che erano fatti arrivare nell’isola – ne cambiò per molti secoli la componente etnica, soprattutto nella parte occidentale. Per tutto il medioevo, dopo la conquista araba, i documenti di archivio testimoniano una presenza(…)

Leggi di più

STORIA DI REGGIO: LA LOTTA PER LA CALABRIA

STORIA DI REGGIO: LA LOTTA PER LA CALABRIA

 Fino quasi alla fine del IX secolo abbiamo visto l’amministrazione ed il governo imperiale giocare sempre di rimessa, quasi incapace di reagire in modo deciso agli attacchi portati dai suoi numerosi nemici, Longobardi e Franchi dal nord, e Arabi dalla Sicilia. Di fronte alla continua pressione portata dagli invasori, la risposta imperiale romea ci è(…)

Leggi di più

STORIA DI REGGIO: GLI ANGIOINI

STORIA DI REGGIO: GLI ANGIOINI

 Dopo la conquista normanna, abbiamo visto rapidamente deteriorarsi la situazione economica e sociale delle libere città romee, rese schiave dall’instaurarsi del feudalismo, grazie al quale i cittadini, da un giorno all’altro, si trasformarono in servi della gleba, semplici coloni (in greco “paroikoi”, poi in grecanico “paddechi”) nelle stesse terre che erano state loro proprietà. Il(…)

Leggi di più

LA STORIA DI REGGIO: L’IMPRESA DI GIORGIO MANIACE

LA STORIA DI REGGIO: L’IMPRESA DI GIORGIO MANIACE

 La disfatta subita nel 982 da Ottone II ad opera di Abu al Kasim, e soprattutto le rivolte contro il successore dell’emiro di Sicilia, avevano portato ad una temporanea cessazione delle azioni di razzia sulle coste italiane. Già nel 985, però, l’offensiva islamica era ripresa, con la conquista di Gerace e quella di Cosenza, le cui(…)

Leggi di più

STORIA DI REGGIO: L’ARRIVO DEI NORMANNI

STORIA DI REGGIO: L’ARRIVO DEI NORMANNI

 La spedizione di Giorgio Maniace fu l’ultima grande impresa romea in Calabria. L’inizio dell’XI secolo, però, aveva visto la compagine imperiale ottimamente organizzata e capace di dare risposte al territorio. Dopo la riconquista della Calabria settentrionale, si era assistita ad una riorganizzazione dell’intera regione: le fortezze furono potenziate ed aggiornate dal punto di vista militare.(…)

Leggi di più

STORIA DI REGGIO: LEONE III E L’ICONOCLASTIA

STORIA DI REGGIO: LEONE III E L’ICONOCLASTIA

 È molto nota la storia dei monaci romei che riuscirono a carpire ai Cinesi  il segreto della produzione della seta, portando a Costantinopoli dei bachi nascosti all’interno di un bastone cavo. Ma il vero problema, si scoprì, era rappresentato dal nutrimento dei bachi, che mangiavano soltanto foglie di un determinato tipo di gelso, pianta che(…)

Leggi di più

STORIA DI REGGIO: I  LONGOBARDI IN CALABRIA

STORIA DI REGGIO: I  LONGOBARDI IN CALABRIA

 La guerra tra Romei e Goti era durata molti anni, e certamente le regioni settentrionali e centrali, in cui gli eserciti si erano confrontati lungamente, dovevano avere risentito. Alla fine dei combattimenti occorreva ridare un assetto amministrativo efficace e provvedere alla tutela del confine delle Alpi, pressate sempre dai barbari di stirpe germanica. La penisola(…)

Leggi di più

STORIA DI REGGIO: CRONACA DELL’INVASIONE ARABA

STORIA DI REGGIO: CRONACA DELL’INVASIONE ARABA

 “Nell’anno 6335 i Saraceni vennero in Sicilia, il 15 del mese di luglio, indizione V”. Così  inizia una cronaca medievale, a nostro avviso scritta a Reggio, che riporta le principali date ed avvenimenti della grande guerra contro gli Arabi in Sicilia e Calabria. La data 6335, chiamata, “epoca mondana costantinopolitana”, prende avvio da Adamo ed(…)

Leggi di più

STORIA DI REGGIO: REGGIO E I GOTI

STORIA DI REGGIO: REGGIO E I GOTI

 Dopo la scorreria dei Visigoti del 410 Reggio riprese la sue esistenza tranquilla ed operosa. Ma a Ravenna i destini dell’Impero Romano d’Occidente stavano per compiersi. Le frontiere erano ormai state superate dalle orde di barbari, che stavano realizzando nell’ambito dell’Impero dei veri e propri regni indipendenti. Era il caso dei Burgundi e dei Franchi(…)

Leggi di più

STORIA DI REGGIO: IL PORTO DI CALIGOLA

STORIA DI REGGIO: IL PORTO DI CALIGOLA

 L’interesse dei Romani nei confronti del porto di Reggio ha un’ulteriore e definitiva conferma nei poderosi lavori di ampliamento dell’approdo reggino voluti dall’imperatore Caligola (37-41 a.C.). La crescita convulsa della città di Roma, capitale cosmopolita dell’Impero, aveva portato con sé molti problemi, il primo dei quali era certamente quello rappresentato dalla necessità di sfamare il(…)

Leggi di più

STORIA DI REGGIO: I TERREMOTI

STORIA DI REGGIO: I TERREMOTI

 Terra “ballerina” con questo aggettivo i nostri padri hanno voluto sottolineare la frequenza di terremoti cui è soggetta la nostra Reggio. La parola terremoto immediatamente evoca l’ultimo distruttivo, quello del 1908, oltre che quello, altrettanto devastante del 1783, ma, come è ovvio, i sismi hanno condizionato sempre la vita della città. La nostra documentazione al(…)

Leggi di più

STORIA DI REGGIO. LA CHORA REGGINA IN EPOCA ROMANA: I CHORIA E LE VILLAE

STORIA DI REGGIO. LA CHORA REGGINA IN EPOCA ROMANA: I CHORIA E LE VILLAE

 Fin dall’epoca della fondazione della polis e poi in seguito all’espansione sulle coste ionica e tirrenica, oltre che nell’entroterra aspromontano, lo sviluppo del territorio reggino è stato sempre soggetto a regole che ne permettessero lo sfruttamento e il controllo amministrativo, economico e militare. Nell’epoca greca il sistema di controllo era improntato, almeno sulla costa ionica,(…)

Leggi di più

STORIA DI REGGIO. GLI EBREI A REGGIO E NEL REGGINO: RHEGION E L’ORIENTE

STORIA DI REGGIO. GLI EBREI A REGGIO E NEL REGGINO: RHEGION E L’ORIENTE

 Per disegnare il più compiutamente possibile il quadro della situazione reggina durante i secoli dell’Impero Romano dobbiamo ora fare una digressione sui rapporti che da sempre legarono Rhegion e l’Oriente. Un piccolo reperto archeologico ci illumina sulla presenza a Reggio, già nei primi tempi dell’Impero, di una comunità giudaica. Il frammento rinvenuto cita una sinagoga(…)

Leggi di più

STORIA DI REGGIO: IL VINO REGGINO E LA COLTURA DELLA VITE

STORIA DI REGGIO: IL VINO REGGINO E LA COLTURA DELLA VITE

 Già il dotto Ateneo di Naukratis, alla fine del II secolo d.C., aveva scritto nella sua opera ”I sofisti a banchetto” che “il vino reggino è più liquoroso del Sorrentino, rimanendo utilizzabile anche dopo 15 anni. Si mantiene anche il Priverno, che è più leggero del Reggino e dà meno alla testa”. Si tratta di un’attestazione(…)

Leggi di più

« Older Entries