Natura da scoprire

LA MIGRAZIONE DEI RAPACI “VELEGGIATORI”  IN VOLO SULLO STRETTO E SULL’ASPROMONTE

LA MIGRAZIONE DEI RAPACI “VELEGGIATORI”  IN VOLO SULLO STRETTO E SULL’ASPROMONTE

 Gli uccelli “veleggiatori” sono perennemente alla ricerca di aria calda che li porti verso l’alto fino a quando la spinta non si esaurisce ed è a quel punto che inizia la discesa che consente loro di “planare” e percorrere lunghe distanze ma contemporaneamente a perdere nuovamente quota. Ricomincia così quel ciclo continuo di  ricercare nuovamente(…)

Leggi di più

UCCELLI MIGRATORI IN ASPROMONTE: IL FALCO PECCHIAIOLO (ADORNU) E IL FALCO DI PALUDE

UCCELLI MIGRATORI IN ASPROMONTE: IL FALCO PECCHIAIOLO (ADORNU) E IL FALCO DI PALUDE

 Il falco pecchiaiolo (pernis apivorius) è la specie più frequente in Aspromonte durante la migrazione dei rapaci nel tragitto Africa/Europa e viceversa per la nidificazione e lo svernamento (nel 2013  ne sono stati censiti circa 27.000 esemplari durante la migrazione autunnale). Hanno una lunghezza tra i 50 e i 60 centimetri con apertura alare tra(…)

Leggi di più

I PRODOTTI NON LEGNOSI DEI BOSCHI CALABRESI

I PRODOTTI NON LEGNOSI DEI BOSCHI CALABRESI

 Negli ultimi tempi è aumentato l’interesse per la montagna e per il suo ambiente naturale. La permanenza dell’uomo in tale area può essere incentivata favorendo la raccolta e la valorizzazione dei prodotti forestali non legnosi come i funghi, tartufi, frutti di bosco, castagne e erbe aromatiche. Questi possono assumere un importante significato in quanto svolgono(…)

Leggi di più

FAUNA D’ASPROMONTE: LO SCOIATTOLO NERO

FAUNA D’ASPROMONTE: LO SCOIATTOLO NERO

 Il Parco Nazionale d’Aspromonte gode di una ricchezza faunistica straordinaria grazie alla varietà ambientale del suo territorio. La fitta vegetazione e la presenza di un clima prevalentemente mediterraneo favoriscono la presenza di molte specie animali che trovano nell’Aspromonte il loro habitat ideale. Fra i roditori si può ammirare lo scoiattolo nero (sciurusvulgaris  meridionalis) endemico delle(…)

Leggi di più

FAUNA D’ASPROMONTE: IL CAPRIOLO

FAUNA D’ASPROMONTE: IL CAPRIOLO

 Il Capriolo (Capreolus capreolus) è un mammifero appartenente al superordine degli ungulati che vive in Europa e in Asia. Nella parte più meridionale dell’appennino calabro, in Aspromonte, mancava da un secolo. Grazie ad un progetto dell’Ente Parco tra il 2010 e il 2012 sono stati rilasciati nel Parco Nazionale d’Aspromonte, 75 caprioli  provenienti dall’Appennino tosco-emiliano(…)

Leggi di più

FAUNA D’ASPROMONTE: LA SALAMANDRINA DAGLI OCCHIALI

FAUNA D’ASPROMONTE: LA SALAMANDRINA DAGLI OCCHIALI

 Il Parco Nazionale d’Aspromonte gode di una ricchezza faunistica straordinaria grazie alla varietà ambientale del suo territorio. La fitta vegetazione e la presenza di un clima prevalentemente mediterraneo favoriscono la presenza di molte specie animali che trovano nell’Aspromonte il loro habitat ideale. Fra i gli anfibi è presente la salamandrina dagli occhiali (salamandrina terdigitata) un(…)

Leggi di più

LA FAUNA D’ASPROMONTE: L’ULULONE APPENNINICO

LA FAUNA D’ASPROMONTE: L’ULULONE APPENNINICO

 Il Parco Nazionale d’Aspromonte gode di una ricchezza faunistica straordinaria grazie alla varietà ambientale del suo territorio. La fitta vegetazione e la presenza di un clima prevalentemente mediterraneo favoriscono la presenza di molte specie animali che trovano nell’Aspromonte il loro habitat ideale. Fra i gli anfibi è presente l’ululone appenninico o ululone italiano (Bombina pachypus)(…)

Leggi di più

LA FAUNA D’ASPROMONTE: IL CERVONE

LA FAUNA D’ASPROMONTE: IL CERVONE

 Il Parco Nazionale d’Aspromonte gode di una ricchezza faunistica straordinaria grazie alla varietà ambientale del suo territorio. La fitta vegetazione e la presenza di un clima prevalentemente mediterraneo favoriscono la presenza di molte specie animali che trovano nell’Aspromonte il loro habitat ideale. Fra i serpenti è presente il cervone (Elaphe quatuorlineata) appartenente alla famiglia delle(…)

Leggi di più

FAUNA D’ASPROMONTE: LA NATRICE DAL COLLARE (BISCIA D’ACQUA)

FAUNA D’ASPROMONTE: LA NATRICE DAL COLLARE (BISCIA D’ACQUA)

 Il Parco Nazionale d’Aspromonte gode di una ricchezza faunistica straordinaria grazie alla varietà ambientale del suo territorio. La fitta vegetazione e la presenza di un clima prevalentemente mediterraneo favoriscono la presenza di molte specie animali che trovano nell’Aspromonte il loro habitat ideale. Fra i serpenti possiamo ammirare la natrice dal collare o biscia d’acqua (Natrix(…)

Leggi di più

LA FAUNA D’ASPROMONTE: IL SAETTONE OCCHIROSSI

LA FAUNA D’ASPROMONTE: IL SAETTONE OCCHIROSSI

 Il Parco Nazionale d’Aspromonte gode di una ricchezza faunistica straordinaria grazie alla varietà ambientale del suo territorio. La fitta vegetazione e la presenza di un clima prevalentemente mediterraneo favoriscono la presenza di molte specie animali che trovano nell’Aspromonte il loro habitat ideale. Fra i serpenti possiamo ammirare il Saettone occhirossi della famiglia dei colubridi, endemico del(…)

Leggi di più

FAUNA D’ASPROMONTE: IL TRITONE ITALIANO

FAUNA D’ASPROMONTE: IL TRITONE ITALIANO

 Il Parco Nazionale d’Aspromonte gode di una ricchezza faunistica straordinaria grazie alla varietà ambientale del suo territorio. La fitta vegetazione e la presenza di un clima prevalentemente mediterraneo favoriscono la presenza di molte specie animali che trovano nell’Aspromonte il loro habitat ideale. Fra i gli anfibi è presente il tritone italiano (Lissotriton italicus) un anfibio(…)

Leggi di più

LA FAUNA D’ASPROMONTE: LA LUSCENGOLA

LA FAUNA D’ASPROMONTE: LA LUSCENGOLA

 Il Parco Nazionale d’Aspromonte gode di una ricchezza faunistica straordinaria grazie alla varietà ambientale del suo territorio. La fitta vegetazione e la presenza di un clima prevalentemente mediterraneo favoriscono la presenza di molte specie animali che trovano nell’Aspromonte il loro habitat ideale. Fra i sauri è presente la piccola luscengola (chalcides chalcides) appartenente alla famiglia(…)

Leggi di più

LA FAUNA DELL’ASPROMONTE: IL COLUBRO LISCIO

LA FAUNA DELL’ASPROMONTE: IL COLUBRO LISCIO

 Il Parco Nazionale d’Aspromonte gode di una ricchezza faunistica straordinaria grazie alla varietà ambientale del suo territorio. La fitta vegetazione e la presenza di un clima prevalentemente mediterraneo favoriscono la presenza di molte specie animali che trovano nell’Aspromonte il loro habitat ideale. Fra i serpenti è presente il colubro liscio o (coronella austriaca). Assolutamente innocuo,(…)

Leggi di più

LA FAUNA D’ASPROMONTE: IL BIACCO

LA FAUNA D’ASPROMONTE: IL BIACCO

 Il Parco Nazionale d’Aspromonte gode di una ricchezza faunistica straordinaria grazie alla varietà ambientale del suo territorio. La fitta vegetazione e la presenza di un clima prevalentemente mediterraneo favoriscono la presenza di molte specie animali che trovano nell’Aspromonte il loro habitat ideale. Fra i gli ofidi è presente Il biacco,  noto anche come Coluber Viridiflavus,(…)

Leggi di più

FAUNA D’ASPROMONTE: LA SALAMANDRA PEZZATA

FAUNA D’ASPROMONTE: LA SALAMANDRA PEZZATA

 Il Parco Nazionale d’Aspromonte gode di una ricchezza faunistica straordinaria grazie alla varietà ambientale del suo territorio. La fitta vegetazione e la presenza di un clima prevalentemente mediterraneo favoriscono la presenza di molte specie animali che trovano nell’Aspromonte il loro habitat ideale. Fra i gli anfibi è presente la salamandra pezzata  (Salamandra Salamandra) appartenente alla famiglia delle Salamandridae.(…)

Leggi di più

SOTT’ACQUA NEL CUORE DELLO STRETTO

SOTT’ACQUA NEL CUORE DELLO STRETTO

 I fondali marini prospicienti l’abitato compreso tra Villa San Giovanni e Punta Pezzo rappresentano il cuore pulsante dello Stretto di Messina; un cuore che batte freneticamente scosso da un flusso continuo di masse d’acqua, provenienti da due mari diversi e che qui si incontrano e si scontrano, dando origine ad una paurosa turbolenza. Il legame(…)

Leggi di più

LA POSIDONIA OCEANICA NEI FONDALI DI CAPO RIZZUTO

LA POSIDONIA OCEANICA NEI FONDALI DI CAPO RIZZUTO

 I fondali dell’area marina di Capo Rizzuto sono caratterizzati dalla presenza dell’habitat della prateria di posidonia, riconosciuto di importanza prioritaria per la conservazione a livello europeo. Si tratta di una comunità vegetale la cui specie guida è la posidonia oceanica, una fanerogama marina endemica del Bacino del Mediterraneo. La posidonia è una fanerogama, ossia una(…)

Leggi di più

CARETTA CARETTA, LA TARTARUGA CHE NIDIFICA IN CALABRIA

CARETTA CARETTA, LA TARTARUGA CHE NIDIFICA IN CALABRIA

 La tartaruga comune detta caretta caretta è la più piccola tra le tartarughe del Mediterraneo: può raggiungere i 110 centimetri di lunghezza di carapace e un peso di 180 chilogrammi. Il carapace marrone-rossiccio nei giovani presenta una carenatura dorsale dentellata. Si contano cinque placche vertebrali, cinque paia costali e dodici paia marginali. Il piastrone è(…)

Leggi di più

GLI ALBERI DELLE MONTAGNE CALABRESI: IL PINO LORICATO

GLI ALBERI DELLE MONTAGNE CALABRESI: IL PINO LORICATO

 Il pino loricato (pinus leucodermis) è un relitto di altri tempi. I botanici lo considerano un “paleondemismo  terziario con areale relitto”, ovvero una specie presente prima delle grandi glaciazioni e che, sopravvissuto ad esse , è rimasta isolata in alcune località. Oggi è possibile ammirarlo solo nella Penisola Balcanica e in alcuni massicci dell’Italia meridionale:(…)

Leggi di più

IL CAPRIOLO DEL PARCO NAZIONALE DEL POLLINO

IL CAPRIOLO DEL PARCO NAZIONALE DEL POLLINO

 Il capriolo del Parco Nazionale del Pollino, oltre a essere una specie di grande importanza ecologica in quanto preda del lupo, è di grande valore poiché rappresenta assieme ad altri due nuclei presenti in Italia, una delle pochissime popolazioni autoctone. Dati storici testimoniano la presenza del capriolo nell’area del Parco Nazionale del Pollino fino agli(…)

Leggi di più

FAUNA DI CALABRIA: IL LUPO

FAUNA DI CALABRIA: IL LUPO

 In Italia, fino a pochi anni fa, la presenza del lupo era limitata, con poco più di 100 esemplari, alle regioni centrali e meridionali, ma negli ultimissimi anni si è verificato un incremento demografico (attualmente gli individui stimati sono 380/500) e una notevole espansione dell’areale che ora comprende anche l’Appennino settentrionale e i primi rilievi(…)

Leggi di più

GLI ALBERI  D’ASPROMONTE E SILA: IL PINO LARICIO

GLI ALBERI D’ASPROMONTE E SILA: IL PINO LARICIO

 Chi non è abituato a riconoscere gli alberi difficilmente potrà apprezzare l’unicità delle pinete della Sila e dell’Aspromonte, le pinete di pino laricio. Oltre alla bellezza paesaggistica delle pinete calabresi, alla loro ricchezza di fauna, di flora e di funghi, all’essere ambiente di lupi e cinghiali, bisogna percepire anche che ci troviamo in un habitat(…)

Leggi di più

I GIGANTI DELLA SILA

I GIGANTI DELLA SILA

 Nella parte alta del fiume Neto, a quota attorno ai 1400 metri c’è un tratto di foresta molto particolare. Si tratta dei cosiddetti “giganti di Fallistro”, un luogo dove è possibile veramente capire cosa doveva essere l’antica “selva brutia”. Un tratto di faggeta mista a pino laricio, nella sua varietà calabrese, a un raro bosco(…)

Leggi di più

PARCO NAZIONALE D’ASPROMONTE, FAUNA

PARCO NAZIONALE D’ASPROMONTE, FAUNA

 La composizione della fauna dell’Aspromonte è ricca e diversificata ed è il frutto di due fattori principali. La popolazione del massiccio, all’estremo meridionale della catena appenninica, e quello climatico, laddove le correnti atmosferiche provenienti dal Tirreno scaricano la loro umidità sul versante orientale, lasciando quello ionico in condizione di maggiore aridità. Una condizione che influenza(…)

Leggi di più

PARCO NAZIONALE D’ASPROMONTE, VEGETAZIONE E FLORA

PARCO NAZIONALE D’ASPROMONTE, VEGETAZIONE E FLORA

 La grande varietà geologica e morfologica rendono la vegetazione e flora altrettanto varie. Le aree di quota più elevata sono il regno delle faggete. Quasi tutte le faggete del Parco Nazionale dell’Aspromonte sono costituite da una tipologia particolarmente rara e interessante, dove il faggio si associa all’abete bianco. Si tratta di un habitat naturale tutelato(…)

Leggi di più

PARCO NAZIONALE D’ASPROMONTE, IL TERRITORIO

PARCO NAZIONALE D’ASPROMONTE, IL TERRITORIO

 Anno di istituzione: 1994 Superficie: 76.053 ha Provincia: Reggio Calabria Comuni: Reggio Calabria, Africo, Antonimina, Bagaladi, Bova, Bruzzano Zeffiro, Canolo, Cardeto, Careri, Ciminà, Cinquefrondi, Cittanova, Condofuri, Cosoleto, Delianuova, Gerace, Mammola, Molochio, Oppido Mamertina, Palizzi, Platì, Roccaforte del Grego, Roghudi, Samo, Sant’Agata del Bianco, Santa Cristina d’Aspromonte, Sant’Eufemia d’Aspromonte, San Giorgio Morgeto, San Lorenzo, San Luca,(…)

Leggi di più

BELLEZZE DI CALABRIA: L’ASPROMONTE

BELLEZZE DI CALABRIA: L’ASPROMONTE

 Il nome Aspromonte, ben lungi dal trarre origine dalla sua conformazione naturale, deriva dal greco aspros, bianco. Il Parco Nazionale dell’Aspromonte racchiude il margine meridionale della penisola: un lembo di territorio che rappresenta quasi un’isola che sorge improvvisa e imponente tra lo Jonio e il Tirreno. Il Montalto, con i suoi 1955 metri sul livello(…)

Leggi di più

LE BELLEZZE NASCOSTE DI CALABRIA: LA GROTTA DI SANT’ANGELO

LE BELLEZZE NASCOSTE DI CALABRIA: LA GROTTA DI SANT’ANGELO

 Sulle pendici nord-orientali del Monte Consolino, nella Vallata dello Stilaro, nel comune di Stilo, in provincia di Reggio Calabria, è presente una piccola grotta utilizzata in passato come laura monastica dai monaci bizantini di religione ortodossa denominata Grotta di Sant’Angelo o Laura Sant’Angelo (in dialetto locale a Grutta e Sant’Angialu). Originariamente, con molta probabilità, era(…)

Leggi di più

LE BELLEZZE DI CALABRIA: I LAGHETTI DI SALINE JONICHE

LE BELLEZZE DI CALABRIA: I LAGHETTI DI SALINE JONICHE

 Tra la S.S. 106 (la famosissima strada della morte) e la spiaggia, nel comune di Montebello Jonico, si trova l’oasi naturale del Pantano di Saline Joniche. Qui un tempo era il centro per la raccolta del sale e la coltivazione del gelsomino. Negli anni ’70 la zona fu prosciugata e bonificata per costruire l’eco mostro(…)

Leggi di più

LE VALLI CUPE DI SERSALE

LE VALLI CUPE DI SERSALE

 Nella provincia di Catanzaro, nella zona di Sersale, nella Sila Piccola, ad una altitudine tra i 300 e 500 metri, è incastonato uno dei siti naturalisti , storico e culturale tra i più affascinanti d’Italia, le Valli Cupe.  Qui si possono ammirare paesaggi stupendi, sia risalendo la fiumara Fegato che scendendo da Monte Raga, legati(…)

Leggi di più

« Older Entries