magna grecia

LEGGENDE REGGINE: LE GRU VENDICATRICI

LEGGENDE REGGINE: LE GRU VENDICATRICI

 Prima di spirare Ibico vide scorrere davanti agli occhi tutta la sua vita. Si ritrovò fanciullo spensierato nell’adorata Rhegion e poi giovane discepolo di Stesicoro che gli insegnò l’eposgreco. Rivisse il doloroso distacco dalla terra natia e dal nobile padre Ftio (secondo alcune fonti si chiamava Certande), che lo voleva governatore, per vagare senza meta(…)

Leggi di più

LA PRIMA MONETA REGGINA

LA PRIMA MONETA REGGINA

 La prima emissione monetale di Rhegion, testimoniata da pochi esemplari di cui uno solo assolutamente certo, si data intorno al 510 a.C. Si tratta di dracme d’argento incuse di peso calcidese (lo standard oscilla, a quell’epoca, tra 5,6 e 5,8 gr), che presentano come tipo un toro a volto umano inginocchiato, con in alto una(…)

Leggi di più

STORIA DI REGGIO: REGGIO E I GOTI

STORIA DI REGGIO: REGGIO E I GOTI

 Dopo la scorreria dei Visigoti del 410 Reggio riprese la sue esistenza tranquilla ed operosa. Ma a Ravenna i destini dell’Impero Romano d’Occidente stavano per compiersi. Le frontiere erano ormai state superate dalle orde di barbari, che stavano realizzando nell’ambito dell’Impero dei veri e propri regni indipendenti. Era il caso dei Burgundi e dei Franchi(…)

Leggi di più

STORIA DI REGGIO: REGGIO E I ROMANI

STORIA DI REGGIO: REGGIO E I ROMANI

 Reggio entrò definitivamente nell’orbita di Roma alla fine della Guerra Pirrica, nel 270 a.C. La guerra tra i Romani ed il re dell’Epiro, che aveva insanguinato l’intera Magna Grecia, ebbe come atto finale l’assedio di Rhegion da parte delle legioni. Trincerati all’interno della cinta muraria erano i Campani della cosiddetta Legione Ottava, la guarnigione romana(…)

Leggi di più

STORIA DI REGGIO: LE MITICHE ORIGINI

STORIA DI REGGIO: LE MITICHE ORIGINI

 Il nostro racconto prende origine da un tempo oscuro, conosciuto solo tramite miti e leggende, l’unico modo che gli antichi avevano per tramandare il proprio passato alle nuove generazioni, prima che i Greci “invadessero” la scienza storica. Queste tradizioni leggendarie, che noi moderni scambiamo spesso per favole, contenevano, invece, una percezione sfumata ma sostanzialmente esatta(…)

Leggi di più

LA STORIA DI REGGIO: LA FONDAZIONE GRECA

LA STORIA DI REGGIO: LA FONDAZIONE GRECA

 Fin dai tempi più remoti, come provano le ricerche archeologiche e avevano già affermato le leggende locali, la costa reggina era stata frequentata assiduamente da mercanti orientali, soprattutto da Fenici (“i Rossi”) e da Ioni (“i Viola”). I contatti con la Grecia micenea portarono ad una crescita culturale e materiale di tutti i popoli indigeni(…)

Leggi di più

LA STORIA DI REGGIO: LA FASE ARCAICA

LA STORIA DI REGGIO: LA FASE ARCAICA

 Quale fu l’insediamento originario non è facile da stabilire. Gli studi erronei ed incompleti del secolo scorso hanno delineato una polis che coincideva con il Corso Garibaldi e le strade immediatamente adiacenti, non considerando che  le fonti antiche e, di più, il mero buon senso, consigliavano di cercare sulle Colline del Salvatore l’insediamento più antico.(…)

Leggi di più

LA STORIA DI REGGIO: LA TIRANNIDE DEGLI ANASSILAIDI

LA STORIA DI REGGIO: LA TIRANNIDE DEGLI ANASSILAIDI

 La fine del VI sec. a.C. e gli inizi del secolo seguente furono caratterizzati da una serie di conflitti, forse generati dal compimento dell’espansione delle colonie italiote ai danni degli indigeni e dagli attriti connessi al loro divenire confinanti. È in questo momento che bisogna collocare storicamente una o più battaglie in campo aperto tra(…)

Leggi di più

STORIA DI REGGIO: LA NUOVA DEMOCRAZIA E LA GUERRA DEL PELOPONNESO

STORIA DI REGGIO: LA NUOVA DEMOCRAZIA E LA GUERRA DEL PELOPONNESO

 Lo scenario politico dopo la caduta dei tiranni dovette essere diverso tra Reggio e Messana: mentre a Rhegion le coniazioni si interruppero e, alla loro ripresa, venne cambiata radicalmente la loro tipologia, nella polis siceliota i tipi di Anassila rimasero per tutto il V sec. a.C. evolvendosi gradualmente. A Rhegion, invece, dopo qualche anno, la nuova(…)

Leggi di più

STORIA DI REGGIO: LE GUERRE CONTRO DIONISIO IL VECCHIO E LA CONQUISTA DI RHEGION

STORIA DI REGGIO: LE GUERRE CONTRO DIONISIO IL VECCHIO E LA CONQUISTA DI RHEGION

 La spedizione ateniese nel 413 a.C. si trasformò in un immane disastro. Rhegion, però, grazie alla sua neutralità, non risentì eccessivamente della sconfitta del suo alleato. A Siracusa, invece, la situazione divenne critica. Ermocrate, dopo la vittoria contro gli Ateniesi, aveva convinto l’assemblea ad inviare una spedizione navale in oriente a sostegno degli Spartani, insieme(…)

Leggi di più

STORIA DI REGGIO: DIONISIO IL GIOVANE, I BRUTTII E LA FONDAZIONE DI FEBEA

STORIA DI REGGIO: DIONISIO IL GIOVANE, I BRUTTII E LA FONDAZIONE DI FEBEA

 L’intera Magna Grecia meridionale e la metà della Sicilia, oltre che le colonie della Puglia e nell’Alto Adriatico, costituiva l’Impero che Dionisio il Vecchio era riuscito a conquistare e mantenere, pur in mezzo a mille pericoli. Secondo una tradizione, il tiranno sarebbe addirittura morto per i bagordi quando aveva appreso che una sua tragedia aveva(…)

Leggi di più

STORIA DI REGGIO: L’ARRIVO DI TIMOLEONTE

STORIA DI REGGIO: L’ARRIVO DI TIMOLEONTE

 Siccome la situazione a Siracusa non accennava a tranquillizzarsi, in un rigurgito di dignità, nel 345/4 a.C., i Siracusani si rivolsero per aiuto e soccorso alla loro madrepatria, la polis di Corinto nel Peloponneso. I Corinzi non furono sordi alle richieste dei loro fratelli ed inviarono un condottiero con poche navi e non molti opliti.(…)

Leggi di più

STORIA DI REGGIO: L’EPOCA DI AGATOCLE

STORIA DI REGGIO: L’EPOCA DI AGATOCLE

 Nonostante il pericolo bruttio, l’epoca timoleontea fu certamente un periodo di rinascita. Rhegion doveva ancora curare le cicatrici lasciate dai tiranni siracusani, ma la situazione politica nella regione era profondamente mutata. I vecchi nemici, come Locri e Crotone, erano ormai saldissimi alleati, tutti protesi nella difesa della civiltà greca dalle barbarie dei Bruttii. Ricostruire le(…)

Leggi di più

STORIA DI REGGIO. LA GUERRA PIRRICA: RHEGION NELL’ORBITA DI ROMA

STORIA DI REGGIO. LA GUERRA PIRRICA: RHEGION NELL’ORBITA DI ROMA

 Subito dopo la morte di morte di Agatocle nel 289 a.C., un gruppo di ex mercenari mamertini (“votati a Mamers/Marte”), che avevano ottenuto dal basileus la cittadinanza siracusana, furono scacciati dalla polis e si diressero verso Messana, che da un secolo aveva svolto un ruolo di punto di raccolta e di arruolamento di mercenari senza(…)

Leggi di più

STORIA DI REGGIO: LA PRIMA GUERRA PUNICA

STORIA DI REGGIO: LA PRIMA GUERRA PUNICA

 La fine della Legione Campana di Reggio e lo smembramento della Sila Silva non avevano però fatto finire i problemi relativi agli Oschi sullo Stretto. I Mamertini, infatti, mantenevano tutto il loro potenziale eversivo, anche dopo la sconfitta da loro patita presso il fiume Longano (presso Milazzo) per merito del basileus di Siracusa Ierone II.(…)

Leggi di più

STORIA DI REGGIO: LA GUERRA ANNIBALICA

STORIA DI REGGIO: LA GUERRA ANNIBALICA

 La pace sospirata portò nuovi benefici a Rhegion, permettendo la ripresa delle consuete operazioni commerciali. Ma Cartagine, per quanto vinta, non era però domata. Cresciuto nell’odio verso il nome stesso di Roma, Annibale, della potente famiglia dei Barca (baraq= “fulmine”?), dopo aver partecipato alla conquista della Spagna meridionale, che doveva ripagare Cartagine della perdita della(…)

Leggi di più

STORIA DI REGGIO: DALLA FINE DELLA GUERRA ANNIBALICA AL BELLUM SOCIALE

STORIA DI REGGIO: DALLA FINE DELLA GUERRA ANNIBALICA AL BELLUM SOCIALE

 Negli anni immediatamente successivi alla fine delle ostilità, le legioni romane non si ritirarono dalla Calabria, continuando la distruzione dei centri fortificati dei Bruttii. Roma non voleva più avere problemi con questa popolazione italica, che, dalla metà del IV sec. a.C., era stato il più grande nemico dell’ordine e della stabilità della regione. Il quadro(…)

Leggi di più

STORIA DI REGGIO: LA CONDIZIONE DI RHEGION SOTTO I ROMANI

STORIA DI REGGIO: LA CONDIZIONE DI RHEGION SOTTO I ROMANI

 La presa di Rhegion da parte dei Romani non cambiò più di tanto la vita nella polis, che fu lasciata completamente autonoma e mantenne i propri culti e le proprie tradizioni. L’egida di Roma e la perdita della libertà in fatto di politica estera avevano avuto, però come contropartita, la tranquillità nei confronti dei Tauriani,(…)

Leggi di più

STORIA DI REGGIO: SPARTACO

STORIA DI REGGIO: SPARTACO

 Qualche tempo dopo, un altro brutto momento, che peraltro interessò Reggio solo marginalmente, fu quello della rivolta servile guidata da Spartacus, un ex gladiatore che si era messo a capo delle migliaia di schiavi sfruttati senza pietà dai signori romani. In verità, turbolenze dovute a schiavi non erano una novità nell’area, dato che in Sicilia(…)

Leggi di più

STORIA DI REGGIO: IL BELLUM SICULUM

STORIA DI REGGIO: IL BELLUM SICULUM

 Nel silenzio delle fonti su Reggio, possiamo solo ricordare come, durante le campagne di Cesare in Gallia, uno dei suoi più importanti legati (“generali”) doveva avere origini reggine, dato il suo nome, Gaius Antisthius Reginus. Molte operazioni militari furono affidati da Giulio Cesare a questo suo generale, che operò spesso da solo. La famiglia degli(…)

Leggi di più

PUNTA CALAMIZZI

PUNTA CALAMIZZI

 Punta Calamizzi, anticamente denominata Pallantiòn (Pallanzio) o Promontorio reggino, era una lingua di terra che s’inoltrava per alcuni chilometri nel mare, qui sfociava il fiume Apsìas (oggi fiumara Calopinace). Il promontorio, riparato dai venti e dalle correnti dello Stretto di Messina, costituiva l’antico porto di Reggio. L’area costituiva la zona più antica della città di Reggio Calabria abitata originariamente  dalle(…)

Leggi di più

ILLUSTRI REGGINI: PYTHAGORAS (PITAGORA DA REGGIO)

ILLUSTRI REGGINI: PYTHAGORAS (PITAGORA DA REGGIO)

 Pythagoras, meglio conosciuto come Pitagora da Reggio nasce nell’isola greca di Samo a cavallo del VI secolo a.C. Scultore greco è considerato tra i cinque maggiori statuari greci, certamente il più grande della Magna Grecia di Calabria. Attivo tra il 480 e il 450 a.C. nel Peloponneso e in Magna Grecia, visse probabilmente a Rhègion(…)

Leggi di più

CASTORE E POLLUCE I DUE EROICI GEMELLI DEL MITO GRECO

CASTORE E POLLUCE I DUE EROICI GEMELLI DEL MITO GRECO

 Càstore in greco antico: Κάστωρ, -ορος, in latino: Castōr, -ŏris) e Pollùce o Polideuce (in greco antico: Πολυδεύκης, -ους, in latino: Pollūx, -ūcis) sono due personaggi della mitologia greca e romana conosciuti soprattutto come i Diòscuri, ossia “figli di Zeus“, ma anche come Càstori, vissero poco prima della guerra di Troia. Della loro origine ci sono ipotesi diverse. Alcuni autori riportano(…)

Leggi di più

PARCO NAZIONALE D’ASPROMONTE, CULTURA E TRADIZIONI

PARCO NAZIONALE D’ASPROMONTE, CULTURA E TRADIZIONI

 L’Aspromonte è stato popolato fin dalla preistoria e ha visto il succedersi di popoli diversi parte del cui patrimonio culturale rimane ancora oggi vivo nelle tradizioni, nell’architettura e nell’arte. Nella vallata dell’Amendolea, a Gallicianò, Roccaforte del Greco, Roghudi, Amendolea e Bova si sente ancora parlare il dialetto grecanico, residuo di una occupazione avvenuta in epoca(…)

Leggi di più

L’ATENE DELLA CALABRIA. LA TOMBA DI ALARICO.

L’ATENE DELLA CALABRIA. LA TOMBA DI ALARICO.

 Cosenza venne detta “l’Atene della Calabria”, per la sua tradizione culturale che affondava le radici nell’Accademia Cosentina nata all’inizio del secolo XVI per merito dell’umanista Aulo Giano Parrasio e frequentata anche dal celebre filosofo Bernardino Telesio. Fondata dai Bruzi in epoca remota, lo storico greco Strabone la descrisse col nome di Consentia (con significato di(…)

Leggi di più

RACCONTI DI CALABRIA: LA CITTA’ DI ERCOLE

RACCONTI DI CALABRIA: LA CITTA’ DI ERCOLE

 Crotone fu una delle più potenti città della Magna Grecia, fondata dagli Achei nel 710 a.C. La tradizione racconta che i coloni achei abbiano raggiunto l’Italia per obbedire all’oracolo di Delfi che ordinò ad un gobbo di nome Miscello, nato a Rhypes, nell’Acaia, di costruire una città greca in terra straniera. Secondo un’altra tradizione però,(…)

Leggi di più

STORIA DEI RIONI DI REGGIO CALABRIA: CALAMIZZI

STORIA DEI RIONI DI REGGIO CALABRIA: CALAMIZZI

 La rada di Calamizzi, per secoli, fu utilizzata per piccoli traffici di merci e come approdo per incursioni piratesche. In una di queste scorrerie, nel 1085, il pirata Banavert (Ibn el Werd) sbarcato proprio a Calamizzi, devasto tutto il territorio fino alla chiesa di San Giorgio Extra Moenia, spopolandolo dei suoi abitanti. Nel 1511 in(…)

Leggi di più

I BORGHI DELLA PROVINCIA REGGINA: GALLICIANO’

I BORGHI DELLA PROVINCIA REGGINA: GALLICIANO’

 Nella zona jonica della provincia di Reggio Calabria, nella vallata della maestosa e spettacolare fiumara dell’Amendolea  vive la comunità dei greci di Calabria (o grecanici) discendenti diretti dei Greci della Magna Grecia. Fanno parte di questa comunità i comuni di Roghudi, Roccaforte del Greco, Bova e Condofuri . Situato su uno sperone roccioso del versante(…)

Leggi di più

BELLEZZE DI CALABRIA: CASTELLO “RUFFO” DI  SCILLA

BELLEZZE DI CALABRIA: CASTELLO “RUFFO” DI SCILLA

   Su un promontorio, all’imbocco dello Stretto di Messina, in una posizione dominante sul mare, si erge il Castello Ruffo di Calabria. L’antica fortificazione divide la Marina Grande, dal porto e dallo splendido e caratteristico borgo di Chianalea a Scilla. Il castello fu utilizzato già nel VII secolo a. C. dagli etruschi come postazione strategica,(…)

Leggi di più