dialetto

LE BARZELLETTE DELLO “SCENZIATO”: INCONTRO ALL’INFERNO

LE BARZELLETTE DELLO “SCENZIATO”: INCONTRO ALL’INFERNO

  Ddu morti si ‘ncuntrunu o ‘nfernu, uno ‘nci dumanda a l’autru: – “Ma tu i chi morti murìsti?” – “Jeu murìa congelatu e tu?” – “E chi po sapiri! Murìa i cuntintizza!” – ” I cuntintizza? … E ora si mori puru i cuntintizza?” – “Ti spiegu. Siccomu pinzava chi me mugghieri mi cornificava,(…)

Leggi di più

U MOTOCARRU

U MOTOCARRU

 U motocarru, in italiano motocarro, esti nu mezzu i trasportu costruitu ‘nta l’Italia ra Moto Guzzi. Avi tri roti, una d’avanti e dui d’arretu aundi ‘nc’è nu cassoni mi si menti a robba (sabbia, brecciu, mattuni, cacimi, ecc. ecc.).  D’avanti esti comun a motu e mi si guida s’avi a ‘nchianari a cavaddhu. Poti aviri(…)

Leggi di più

U MUNDU ‘NDI ‘MBIRIA … A FATA MORGANA

U MUNDU ‘NDI ‘MBIRIA … A FATA MORGANA

 Succirìu o tempu ri conquistaturi, all’ocu i barbari calavunu cu bandi serbaggi e trovolgenti versu u sud. Na banda i chisti, dopu chi passau tutta l’Italia, rrivau ‘nto nostru mari e ssi truvau ravanzi ‘u Strittu chi spartiva a Sicilia ra Calabria. Si viriva vicina ill’atra parti, st’isula fatata, cu ribbi chini i purtualli e(…)

Leggi di più

U MANDAGGHIU

U MANDAGGHIU

 Tempu arretu, pi sarbari i casi di latri, a genti usava nu chiavuni quandu nesciva, quandu era intra, i notti speciarmenti, assicurava porta e finesci cu mandagghiu. Na cosa semplici, i lignu, chi non c’era bisogni i masciu Carmelu pu bisognu. Com’era ‘u mandagghiu? Aviva a forma du troncu da piramidi rettangulare, carcunu chi non(…)

Leggi di più

PONZIO PILATO ERA REGGINO

PONZIO PILATO ERA REGGINO

 Milioni di cristiani invocano nella preghiera del “Credo” il nome dell’ufficiale reggino che fu il comandante della X Legione “Fretentis”, cioè della Legione arruolata a Reggio Calabria. Tra il 26 ed il 36 d. Cr. Ponzio Pilato si trovò a governare la difficile provincia della Giudea e dimostrò di essere un soldato e un governatore(…)

Leggi di più

SOCIETA’ FILARMONICA SAN DEMETRIO

SOCIETA’ FILARMONICA SAN DEMETRIO

 Il giorno 8 di maggio del 1989, con atto del notaio avv. Fausto Poggio, è stata costituita la Società Filarmonica San Demetrio. I soci fondatori comparsi davanti al notaio erano Alessandro Crucitti (1922), Antonino Verbaro (1928), Agostino Sorgonà (1938), Umberto Palmisano (1942), Giuseppe Nicolò (1950), Antonino Schiavone (1950), Saverio Schiavone (1953), Aldo Palmisano (1957), Giovanni(…)

Leggi di più

L’INFLUENZA DEL GRECO NEL DIALETTO CALABRESE

L’INFLUENZA DEL GRECO NEL DIALETTO CALABRESE

 L’influenza del greco nel dialetto calabrese è facilmente comprensibile per chiunque ripercorra col pensiero la storia del nostro territorio. Nel reggino la colonizzazione dei calcidesi provenienti dall’Eubea fu linguisticamente influenzata dalla presenza dei Messeni, che portarono ad una dorizzazione della lingua. E’ curioso soffermarsi su alcuni vocaboli comunemente oggi utilizzati nel dialetto, analizzandone l’etimologia ed(…)

Leggi di più

AUGURI MAMME

AUGURI MAMME

 A MAMMA Fin da piccolo, l’insegnamento principale era quello di adorare la mamma. Ricordo a scuola la maestra assegnare il compito per casa: “Fai dieci pensierini sulla mamma”. Tra le righe di quei quadernini, con scrittura tremula e incerta, ecco l’estro del fanciullo che esprimeva tutto il suo amore verso la sua procreatrice: “la mamma(…)

Leggi di più