LE CHIESE REGGINE: IL SACRO CUORE DI GESU’

   Dopo il terremoto del 1908, la contrada che si prolunga a sud del Calopinace, divenne sede stabile di profughi scampati e fuggiti dalle loro abitazioni dentro la città, trasformate in ammasso di macerie e pericolose per i continui movimenti della terra. Al drammatico bisogno di ricostruire abitazioni e strutture per i terremotati, l’ente ferroviario(…)

Leggi di più