chiese

CHIESE REGGINE: SANT’ANTONIO ABATE DI ARCHI

CHIESE REGGINE: SANT’ANTONIO ABATE DI ARCHI

 Sita a nord della città di Reggio Calabria, nella contrada Archi, presso il torrente Scaccioti, rappresenta una testimonianza di architettura medievale dell’Arcidiocesi di Reggio Calabria-Bova. La chiesa è adesso dedicata a Sant’Antonio Abate; la sua storia e architettura sono state ricostruite in uno studio dell’architetto Francesca Martorano “Chiese e Castelli medievali in Calabria” nel quale(…)

Leggi di più

CHIESE REGGINE: SAN PIETRO APOSTOLO

CHIESE REGGINE: SAN PIETRO APOSTOLO

 La chiesa di San Pietro Apostolo fu costruita dal sacerdote Pietro Gagliardi nel 1853, “per la gran devozione che egli ha verso il santo […] e per comodo spirituale degli abitanti della contrada Ceci”, come si può anche evincere dalle due iscrizioni  in latino collocate sul prospetto principale. La prima si trova sulla fascia della(…)

Leggi di più

LE CHIESE REGGINE: SANTA MARIA DI MONSERRATO

LE CHIESE REGGINE: SANTA MARIA DI MONSERRATO

 È una devozione diffusa in Europa dagli Aragonesi. Infatti Montserrat è un’abbazia benedettina sul monte omonimo in Catalogna, ove fin dai tempi antichissimi sorgeva un santuario mariano, agli inizi del 1500 l’abbazia ebbe come una sua seconda nascita, ed estese un po’ ovunque il suo influsso. La nostra chiesetta era in costruzione quando, il 14(…)

Leggi di più

CHIESE REGGINE SCOMPARSE: SANTA MARIA DEL MONTE CALVARIO

CHIESE REGGINE SCOMPARSE: SANTA MARIA DEL MONTE CALVARIO

 Nella parrocchia del Soccorso, intorno al 1670, un sacerdote originario di Cardeto, D. Francesco Raneri, interprete della viva devozione della popolazione di Sbarre verso la Passione del Signore e i Dolori di Maria SS., costruì una chiesetta, in contrada Ragaglioti. In essa fu esposta alla venerazione dei fedeli un’icona raffigurante la Vergine ai piedi della(…)

Leggi di più

LE CHIESE REGGINE: IL SACRO CUORE DI GESU’

LE CHIESE REGGINE: IL SACRO CUORE DI GESU’

   Dopo il terremoto del 1908, la contrada che si prolunga a sud del Calopinace, divenne sede stabile di profughi scampati e fuggiti dalle loro abitazioni dentro la città, trasformate in ammasso di macerie e pericolose per i continui movimenti della terra. Al drammatico bisogno di ricostruire abitazioni e strutture per i terremotati, l’ente ferroviario(…)

Leggi di più

LE CHIESE REGGINE: LA “GRAZIELLA”

LE CHIESE REGGINE: LA “GRAZIELLA”

 La chiesetta della Graziella è ubicata in via Sbarre Superiori, alle spalle dell’attuale chiesa di Loreto, tuttavia, essa si trovò da sempre nel territorio di San Giorgio Extra. Fin dagli inizi del 1600, si diffuse fra i “giardinari” di Sbarre  la fama che un’immagine della Madonna delle Grazie, incisa su pietra e posta in una(…)

Leggi di più

CHIESE REGGINE SCOMPARSE: L’ANGELO CUSTODE

CHIESE REGGINE SCOMPARSE: L’ANGELO CUSTODE

 È stata eretta nel 1671 dalla nobildonna “sbarrota” Marianna Velasco, nella sua stessa casa, nella quale ella abitava, ai confini tra l’antica parrocchia di Loreto e quella del Soccorso. Era una casa ampia, nel bel mezzo di un ampio giardino, in contrada Calamizzi. La Velasco stabilì che tutti i suoi beni andassero come proprietà all’arcivescovo(…)

Leggi di più

CHIESE REGGINE SCOMPARSE: LA CONSOLAZIONE

CHIESE REGGINE SCOMPARSE: LA CONSOLAZIONE

 Questa chiesetta appare nella Visita pastorale del 1871. Il culto allora era mantenuto da Maria Furnari, cappellano Carmelo Cordova. Nel 1877, è detta “sacello”, cioè piccola chiesetta; ma era indecorosa, e sembrava più una stalla che un luogo di culto. “Immediatamente, alla prima occhiata, fu interdetta, finché non sarebbe stata riportata alle condizioni di casa(…)

Leggi di più

PARROCCHIE REGGINE: SAN GIORGIO MARTIRE (O SAN GIORGIO EXTRA)

PARROCCHIE REGGINE: SAN GIORGIO MARTIRE (O SAN GIORGIO EXTRA)

 La chiesa di San Giorgio Martire, conosciuta anche con il nome di San Giorgio extra moenia è sita nel quartiere di San Giorgio. La chiesa in origine era posta in prossimità della costa, sul promontorio di punta Calamizzi. Fu distrutta, insieme al monastero di San Nicola nel 1086 dagli arabi guidati da Benavert. Nel 1562, per un fenomeno di bradisismo, l’intero promontorio di Calamizzi sprofondò(…)

Leggi di più

RC: IMBRATTAMENTO DEL PORTONE DELLA CHIESA DI PIAZZA CARMINE, GIOVANE DENUNCIATO

RC: IMBRATTAMENTO DEL PORTONE DELLA CHIESA DI PIAZZA CARMINE, GIOVANE DENUNCIATO

 Un 28enne è stato denunciato per l’imbrattamento del portone principale della Chiesa di Piazza Carmine a . Alla vista delle Volanti ha cercato di scappare ma è stato prontamente individuato e fermato dagli Agenti della Polizia di Stato l’autore dell’imbrattamento del portone principale della Chiesa di Piazza Carmine. Nel dettaglio, all’una di notte del 14(…)

Leggi di più

CHIESA DI CROCE VALANIDI

CHIESA DI CROCE VALANIDI

 Questa chiesa è dedicata alla Santa Croce ed è stata costruita nel 1967, voluta e benedetta dall’arcivescovo Giovanni Ferro. Essa è stata costruita in onore delle 44 vittime morte durante l’alluvione del 1953, che ha colpito le zone di Bovetto, Oliveto, Rosario Valanidi, San Gregorio e Saracinello. La chiesa è in stile liberty ed ha(…)

Leggi di più

LE CHIESE REGGINE:  SANTI GIOVANNI NEPOMUCENO E FILIPPO NERI DI ARANGEA

LE CHIESE REGGINE: SANTI GIOVANNI NEPOMUCENO E FILIPPO NERI DI ARANGEA

 STORIA Il 16 febbraio 1882 fu costruita la chiesa di Arangea. Essa era adiacente a molte case contadine. La chiesa, che prima del terremoto del dicembre 1908, era ubicata in contrada “Miniera” (detta così, perché, una volta vi erano delle miniere), sorge ora sulla provinciale che porta  a Gallina a pochi metri dallo sbocco autostradale (…)

Leggi di più

BELLEZZE NASCOSTE DI REGGIO: LE VETRATE DEL DUOMO

BELLEZZE NASCOSTE DI REGGIO: LE VETRATE DEL DUOMO

 Dedicato a Maria Santissima Assunta, il Duomo di Reggio Calabria è una della chiese più grandi e imponenti della regione. Spettacolari sono le sue vetrate eseguite nel 1928 dalla ditta Studio Vetrate D’Arte di Roma e successivamente restaurate nel 1947. Venticinque di queste, bifore e trifore, policrome istoriate figurativamente, sono presenti sulle pareti esterne delle navate(…)

Leggi di più

I TESORI NASCOSTI IN ASPROMONTE: GROTTA (O CUPOLA) DI SAN SILVESTRO

I TESORI NASCOSTI IN ASPROMONTE: GROTTA (O CUPOLA) DI SAN SILVESTRO

 In località “le due fiumare”, confluenza dei torrenti Passo della Troia o Chàlica (Gallico) e Mitta o Lestì, poco più sopra della località Jerupetru, tra Santo Stefano e Gambarie, nel cuore del Parco Nazionale d’Aspromonte, tra una fitta vegetazione, si può ammirare la Grotta di San Silvestro. Chiamata dalla gente del posto “Cupola di San Silvestro” è una cavità che costituiva parte(…)

Leggi di più