Bellezze di Calabria

LOCRI, IL PARCO ARCHEOLOGICO

LOCRI, IL PARCO ARCHEOLOGICO

 L’antica città di Locri Epizefiri è la più recente delle poleis calabresi; fondata dai coloni greci che provenivano dallo Locride Ozolia o Opunzia, alla fine dell’VIII sec. a. C. In età romana, divenne municipium, che fu poi abbandonato intorno all’VIII sec. d.C., a causa delle incursioni arabe, quando il centro fu trasferito su una collina(…)

Leggi di più

LA SINAGOGA DI BOVA MARINA

LA SINAGOGA DI BOVA MARINA

 In località San Pasquale le indagini archeologiche hanno messo in luce una villa romana ubicata lunga la coeva via costiera che conduceva a Reggio (la via Popilia); il complesso, utilizzato dall’età proto imperiale, fino al VI sec. d.C., è stato identificato come lo statio di Scyle, cioè una stazione di posta distante circa quaranta stadi(…)

Leggi di più

MONASTERACE MARINA -IL PARCO ARCHEOLOGICO DELL’ANTICA CAULONIA

MONASTERACE MARINA -IL PARCO ARCHEOLOGICO DELL’ANTICA CAULONIA

 Il parco archeologico dell’antica Caulonia, documenta le testimonianze più significative della sub colonia di Crotone dal periodo della fondazione (fine VII sec. a.C.), fino all’età romana. Le campagne di scavo effettuato dall’Orsi ai primi del secolo e quelle più recenti che si sono susseguite con regolarità fin dall’inizio degli anni ottanta, hanno messo in evidenza(…)

Leggi di più

LA COSTA VIOLA

LA COSTA VIOLA

 Compresa tra la Tonnara di Palmi e Scilla, la costa del versante nord occidentale del massiccio dell’Aspromonte che degrada rapidamente verso il mare è caratterizzata da alte falesie incise da profondi valloni e da piccole spiagge di ghiaia e sabbia. La rapida e notevole profondità che il mare raggiunge conferisce un colore blu intenso che(…)

Leggi di più

L’ORO DI REGGIO CALABRIA: IL BERGAMOTTO

L’ORO DI REGGIO CALABRIA: IL BERGAMOTTO

 Di origine ignota, forse proveniente dall’India o dalla Cina, oppure un ibrido derivato da mutazioni e incroci tra rutacee e specie agrumarie. In questo caso sarebbe generato nelle fasce meridionali e orientali del Mediterraneo, forse proprio nella Calabria estrema. Sicuramente il suo habitat è esclusivo della provincia jonica reggina, sulle zone costiere tra Villa San(…)

Leggi di più

LA PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA: IL TERRITORIO

LA PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA: IL TERRITORIO

 La provincia più meridionale dell’Italia peninsulare, allungata al centro del Mediterraneo, è delimitata da una linea di confine che sul versante tirrenico è posta nel comune di Rosarno, nei pressi del fiume Mesima, e su quello jonico nel comune di Monasterace. Si estende per 3183 Km, comprende 97 comuni. Al suo interno raccoglie la distesa(…)

Leggi di più

LA VARIA DI PALMI

LA VARIA DI PALMI

 Nell’ultima domenica di agosto si svolge a Palmi la festa della Varia, una manifestazione religiosa che il popolo palmese dedica alla Madonna della Sacra Lettera. L’evento, che anima la città fin dal giorno della festa di San Rocco (16 agosto), culmina con il traino per tutto il Corso Garibaldi di un enorme e pesante carro(…)

Leggi di più

LO STORICO PONTE IN FERRO DI SANT’EUFEMIA D’ASPROMONTE VERRA’ DEMOLITO.

LO STORICO PONTE IN FERRO DI SANT’EUFEMIA D’ASPROMONTE VERRA’ DEMOLITO.

 “Lo storico ponte in ferro di Sant’Eufemia d’Aspromonte, lungo la dismessa linea delle ex Ferrovie Calabro Lucane Gioia Tauro – Palmi – Sinopoli, rappresenta ormai da quasi un secolo un simbolo per la comunità di S. Eufemia. Il 30 giugno 2015 Ferrovie della Calabria ha emesso un bando pubblico per la sua demolizione, al fine(…)

Leggi di più

LE BELLEZZE NASCOSTE DI CALABRIA: LA GROTTA DI SANT’ANGELO

LE BELLEZZE NASCOSTE DI CALABRIA: LA GROTTA DI SANT’ANGELO

 Sulle pendici nord-orientali del Monte Consolino, nella Vallata dello Stilaro, nel comune di Stilo, in provincia di Reggio Calabria, è presente una piccola grotta utilizzata in passato come laura monastica dai monaci bizantini di religione ortodossa denominata Grotta di Sant’Angelo o Laura Sant’Angelo (in dialetto locale a Grutta e Sant’Angialu). Originariamente, con molta probabilità, era(…)

Leggi di più

LE BELLEZZE DI CALABRIA: I LAGHETTI DI SALINE JONICHE

LE BELLEZZE DI CALABRIA: I LAGHETTI DI SALINE JONICHE

 Tra la S.S. 106 (la famosissima strada della morte) e la spiaggia, nel comune di Montebello Jonico, si trova l’oasi naturale del Pantano di Saline Joniche. Qui un tempo era il centro per la raccolta del sale e la coltivazione del gelsomino. Negli anni ’70 la zona fu prosciugata e bonificata per costruire l’eco mostro(…)

Leggi di più

MONTALTO E LA STATUA DEL REDENTORE

MONTALTO E LA STATUA DEL REDENTORE

 Montalto con i suoi 1959 metri di altitudine, è la vetta più alta dell’Aspromonte. Situato  al centro della parte meridionale della provincia di Reggio Calabria, rientrante all’interno del Parco Nazionale, offre al visitatore panorami “mozzafiato” spaziando dalla Sicilia orientale fino alla Sila, dal Mar Jonio al Mar Tirreno. Sulla vetta di Montalto è stato posto(…)

Leggi di più

LE VALLI CUPE DI SERSALE

LE VALLI CUPE DI SERSALE

 Nella provincia di Catanzaro, nella zona di Sersale, nella Sila Piccola, ad una altitudine tra i 300 e 500 metri, è incastonato uno dei siti naturalisti , storico e culturale tra i più affascinanti d’Italia, le Valli Cupe.  Qui si possono ammirare paesaggi stupendi, sia risalendo la fiumara Fegato che scendendo da Monte Raga, legati(…)

Leggi di più

BELLEZZE DI CALABRIA: LA SPIAGGIA DI MARINA GRANDE A SCILLA

BELLEZZE DI CALABRIA: LA SPIAGGIA DI MARINA GRANDE A SCILLA

 Delimitata tra due imponenti costoni, con il castello di Ruffo a nord e le rocce di Punta Paci a sud la spiaggia di Marina Grande si estende per circo 800 metri nel quartiere a sud di Scilla. Conosciuta anche come spiaggia delle sirene affacciata sul Mar Tirreno, poco distante dell’imboccatura dello Stretto di Messina, è(…)

Leggi di più

BELLEZZE DI CALABRIA: CASTELLO “RUFFO” DI  SCILLA

BELLEZZE DI CALABRIA: CASTELLO “RUFFO” DI SCILLA

   Su un promontorio, all’imbocco dello Stretto di Messina, in una posizione dominante sul mare, si erge il Castello Ruffo di Calabria. L’antica fortificazione divide la Marina Grande, dal porto e dallo splendido e caratteristico borgo di Chianalea a Scilla. Il castello fu utilizzato già nel VII secolo a. C. dagli etruschi come postazione strategica,(…)

Leggi di più

LE MERAVIGLIE DELLA CALABRIA: CHIANALEA

LE MERAVIGLIE DELLA CALABRIA: CHIANALEA

 “La piccola Venezia del sud”  è il borgo marinaro nella zona settentrionale del comune di Scilla. Il nome Chianalea deriva da “piano della galea”  definizione data  a un’antica imbarcazione usata per la pesca del pesce spada. La via principale si può percorrere solamente a piedi  regalando scorci suggestivi e magici, ascoltando il rumore delle onde(…)

Leggi di più

LE GROTTE DI TREMUSA

LE GROTTE DI TREMUSA

 Sulle  alture di Melìa, tra i boschi di castagni, nel comune di Scilla a Reggio Calabria, a circa 600 metri di altitudine si trovano le Grotte di Tremusa.  Questa area, di natura calcareo-conchiglifera,  milioni di anni fa era immersa nel mare.  Nel corso del tempo un sollevamento tettonico  ha causato il riaffioramento di questi sedimenti,(…)

Leggi di più

LE MERAVIGLIE DELL’ASPROMONTE: LA VALLE DELLE GRANDI PIETRE

LE MERAVIGLIE DELL’ASPROMONTE: LA VALLE DELLE GRANDI PIETRE

 Nel cuore dell’Aspromonte, sul versante sud-orientale, poco distante dall’abitato di San Luca, si estende una grande valle affacciata verso il Mar Jonio anticamente popolata da monaci basiliani, denominata “Valle delle grandi Pietre”. A sovrastare gli alberi di leccio, che fanno da contorno, maestosi spuntano enormi monoliti di pietra alcuni di questi superano anche i cento(…)

Leggi di più

CALABRIA DA RISCOPRIRE: LE GROTTE DI SANT’ELIA

CALABRIA DA RISCOPRIRE: LE GROTTE DI SANT’ELIA

 Alle pendici settentrionali dell’Aspromonte, nel comune di Melicuccà tra gli uliveti che caratterizzano la zona, su una parete di tufo con cavità e anfratti, sorge il complesso delle grotte di Sant’Elia Speleota (dal greco “abitante di grotte”), una delle più importanti testimonianze archeologiche della grecità Bizantina nell’Italia meridionale. Risalenti al X secolo, conserva i resti(…)

Leggi di più

ASPROMONTE DA SCOPRIRE: LE CASCATE “MUNDU” E “GALASIA”

ASPROMONTE DA SCOPRIRE: LE CASCATE “MUNDU” E “GALASIA”

 Nel territorio di Molochio, in località Trepidò, in provincia di Reggio Calabria, all’interno del Parco Nazionale d’Aspromonte, attraversando la vallata del torrente Barvi si raggiungono le cascate, Mundu e Galasìa. Il paesaggio che circonda laghetti limpidi e salti d’acqua tra rocce granitiche, dislivelli e strette gole, è caratterizzato da una ricca vegetazione composta da querce,(…)

Leggi di più

I TESORI NASCOSTI IN ASPROMONTE: GROTTA (O CUPOLA) DI SAN SILVESTRO

I TESORI NASCOSTI IN ASPROMONTE: GROTTA (O CUPOLA) DI SAN SILVESTRO

 In località “le due fiumare”, confluenza dei torrenti Passo della Troia o Chàlica (Gallico) e Mitta o Lestì, poco più sopra della località Jerupetru, tra Santo Stefano e Gambarie, nel cuore del Parco Nazionale d’Aspromonte, tra una fitta vegetazione, si può ammirare la Grotta di San Silvestro. Chiamata dalla gente del posto “Cupola di San Silvestro” è una cavità che costituiva parte(…)

Leggi di più

LE BELLEZZE NASCOSTE D’ASPROMONTE: LA FIUMARA DEL BUTRAMO E LA VALLE INFERNALE

LE BELLEZZE NASCOSTE D’ASPROMONTE: LA FIUMARA DEL BUTRAMO E LA VALLE INFERNALE

 Nel cuore del Parco Nazionale d’Aspromonte scorre la  fiumara del Butramo, affluente della fiumara Bonamico, che sfocia nel mar Ionio vicino Bovalino. L’alveo della fiumara del  Butramo percorre la Valle Infernale vero paradiso naturalistico che conserva miracolosamente intatta la flora primigenia aspromontana. Questi luoghi, quasi inaccessibili, sono tra i più belli, spettacolari e selvaggi del(…)

Leggi di più

LE BELLEZZE NASCOSTE DI CALABRIA: LA CASCATA PISCIDU

LE BELLEZZE NASCOSTE DI CALABRIA: LA CASCATA PISCIDU

 Probabilmente meno spettacolare di ciò che possono offrire le più rinomate cascate aspromontane ma per chi ha avuto la fortuna di vedere la cascata di “Piscidu” sarà rimasto entusiasta. Ci troviamo nel comune reggino di Montebello Jonico, nella contrada Sant’Elena. Qui, nei giorni piovosi, si può ammirare dal paese  il salto di qualche decina di(…)

Leggi di più

CALABRIA DA SCOPRIRE: LA GROTTA DEL PERTUSO D’ORO

CALABRIA DA SCOPRIRE: LA GROTTA DEL PERTUSO D’ORO

 Nella frazione di Terreti, in provincia di Reggio Calabria, a pochi chilometri dal centro cittadino, situata a 650 metri di altitudine, si può ammirare la Grotta del pertuso d’oro. Essa è ubicata a destra della fiumara del Calopinace, alla base del monte Gonì . In superficie si presenta con due distinti ingressi vicini tra loro(…)

Leggi di più

CALABRIA DA SCOPRIRE: LA GROTTA PETROSA

CALABRIA DA SCOPRIRE: LA GROTTA PETROSA

 Nel comune di Palmi ad un’altitudine di un centinaio di metri, si può ammirare la Grotta Petrosa o  Grotta di Trachina. La cavità presenta due ingressi distinti uno rivolto ad ovest, di circa 17 metri di larghezza e 5 di altezza, e un secondo rivolto a nord, di circa 10 metri in lunghezza e 4(…)

Leggi di più

CALABRIA MERAVIGLIOSA: LA ROCCIA DEL DRAGO

CALABRIA MERAVIGLIOSA: LA ROCCIA DEL DRAGO

 Percorrendo la strada che da Bova si inerpica verso il borgo “fantasma” di Roghudi, nel territorio di Chorio, ci si imbatte nella “rocca du Dragu”. Siamo nel cuore del Parco Nazionale dell’Aspromonte, dove la natura ha creato una dei tanti monumenti naturali. La roccia del Drago è una grossa pietra alta circa 4 metri dalla(…)

Leggi di più

BELLEZZE D’ASPROMONTE: IL LAGO RUMIA

BELLEZZE D’ASPROMONTE: IL LAGO RUMIA

 Conosciuto come “u laghettu i Gambari”, il lago Rumia è un piccolo laghetto artificiale situato ad una altitudine di 1300 metri ricadente nel comune di San Roberto. Meta turistica per escursionisti e posto di relax domenicale per famiglie, è attrezzato per la pesca alla trota, al suo interno si trovano inoltre anche degli esemplari di(…)

Leggi di più

CALABRIA DA SCOPRIRE: CASCATA DELLO SCHIOPPO

CALABRIA DA SCOPRIRE: CASCATA DELLO SCHIOPPO

 A 360 metri di altitudine, rientrante nel comune di Platì, in località Abbruschiato, il torrente Bollarino, tra le strette Gole di Cirella, dà origine alla suggestiva cascata dello Schioppo. Il greto del torrente si interrompe bruscamente costringendo l’acqua ad un salto (circa 35 metri) irruente quanto spettacolare schizzando come uno schioppo (da qui l’origine del(…)

Leggi di più

CALABRIA DA SCOPRIRE: LA CASCATA DI SALINO

CALABRIA DA SCOPRIRE: LA CASCATA DI SALINO

 Nel cuore del Parco Nazionale d’Aspromonte, nel comune di Mammola si può ammirare la cascata di Salino (o schioppo di Salino). La cascata prende il nome dall’omonimo torrente (affluente del fiume Torbido che nasce dal monte Limina) che scorrendo tra le gole rocciose di quel territorio  qui,  la sua limpida e fredda acqua, compie un doppio salto, di circa(…)

Leggi di più

BELLEZZE DI CALABRIA: LA CASCATA DEL MARMARICO

BELLEZZE DI CALABRIA: LA CASCATA DEL MARMARICO

 Incastonata fra il Parco Nazionale dell’Aspromonte e quello della Sila, ricadente nel Parco naturale regionale delle Serre calabresi, in territorio del comune di Bivongi, possiamo ammirare la cascata del Marmarico. Custodita gelosamente da Madre Natura, tra ricca vegetazione e numerose specie di animali è, con i suoi 114 metri di altezza, la più alta cascata calabrese(…)

Leggi di più

LA MAGIA IN ASPROMONTE: LE CASCATE DI MAESANO

LA MAGIA IN ASPROMONTE: LE CASCATE DI MAESANO

 Le Cascate di Maisano sono tra le mete più affascinanti e magiche per molti turisti e appassionati della montagna, simbolo delle escursioni in Aspromonte. Situate a circa 1200 metri di altitudine, lungo il corso del torrente Menta, con un’altezza totale di circa 60 metri, sono formate da tre salti e alla base di ognuno di(…)

Leggi di più

« Older Entries Newer Entries »